​Il cane e i pericoli del Natale 

Durante le festività natalizie alcuni alimenti del tutto innocui per noi possono rappresentare un pericolo per il nostro cane! Per risparmiargli indigestioni, diarrea, vomito, vere e proprie intossicazioni o problemi anche più seri, a quali alimenti dobbiamo stare attenti?

 

Cioccolato

Non solo abbonderà sulle tavole di Natale, ma sarà anche appeso all’albero in forma di palline decorative e sparso qua e là per la casa. Ma la cioccolata contiene la teobromina, una sostanza simile alla caffeina, particolarmente pericolosa per i cani: può provocare sete eccessiva, battito cardiaco irregolare, tremori e addirittura la morte nei casi più gravi. Tenete il cioccolato lontano dalla loro vista.

Aglio e cipolle

Contengono entrambi disolfuro di n-propile, che in grandi quantità provoca nel cane anemie anche gravi. Gli effetti dell’aglio sul cane, se somministrato però saltuariamente e in piccole dosi, possono risultare utili: è un ottimo antiossidante, rende il sangue più fluido, stimola le difese dell’organismo (anche contro parassiti intestinali) e diminuisce i disturbi dell’invecchiamento. Mai superare però la quantità di ½ spicchio alla settimana per cani di piccola taglia (o 1 spicchio a settimana per cani di taglia medio-grande).

 

Le cipolle invece devono essere vietate: provocano scompensi a livello del sangue con la diminuzione dei globuli rossi: il consumo regolare, infatti, può causare nel cane un’anemia emolitica.

Zucchero e dolciumi

Possono essere dannosi per la salute dei nostri cani. I rischi riguardano la comparsa di problemi a livello dei denti, il sopraggiungere del diabete e un eccessivo aumento di peso. Meglio scegliere sempre delle alternative senza zucchero per i nostri cani, ma attenzione: i dolci venduti come senza zucchero che contengono però xilitolo, potrebbero causare danni al fegato con conseguenze anche gravi.

Noci e arachidi

Le noci comuni e le noci macadamia possono provocare dei problemi ai cani. Le noci macadamia contengono una tossina che può provocare sintomi come tremori, debolezza, innalzamento della temperatura corporea e conseguenze pesanti, come la paralisi. Le comuni noci possono invece causare ostruzioni intestinali, soprattutto se ingerite senza essere masticate. Alcune noci possono presentare parti “ammuffite” anche minime che producono un fungo velenoso per i cani e che può condurre a debolezza, vomito, tremori, convulsioni e problemi neurologici gravi. Le arachidi possono provocare serie reazioni allergiche non solo agli umani, ma anche a cani e gatti.

Sale e snack salati

Attenzione anche al sale e ai cibi molto salati. Proprio come per noi, anche per i nostri cani un consumo eccessivo di sale può risultare dannoso e lo sarà ancor di più nel caso in cui sia presente una malattia cardiocircolatoria.

Uva e uvetta

Uva e uvetta possono sembrare degli alimenti completamente innocui per i nostri cani, ma non è così. Alcuni cani le mangiano volentieri, ma purtroppo uva e uvetta possono danneggiare la funzionalità dei reni con effetti anche gravi.

Avocado

L'avocado è un frutto dannoso per i cani. Contiene infatti una tossina fungicida in grado di causare problemi a livello dello stomaco negli animali domestici. Non offrite al vostro cane avocado o salsa Guacamole, così da evitare ogni rischio.

​Piante e addobbi natalizi

A Natale le nostre case sono ricche di addobbi, presepi allestiti, alberi scintillanti, decorazioni varie e piante tipiche del periodo natalizio. Facciamo attenzione a non lasciare queste cose a portata di cane: per lui rappresentano cose nuove e quindi è normale che possa provare interesse. Vederci inoltre toccare e armeggiare con oggetti insoliti e addobbi può stimolare la sua curiosità e indurlo maggiormente a prenderli in bocca al fine di esplorarli e capirli.

Stella di Natale

Può irritare la bocca del cane provocando ulcere, può causare forti dolori di stomaco e talvolta anche vomito, congiuntivite, lacrimazione, diarrea, tremori.

Vischio

Anche in questo caso dopo l'ingestione il cane può manifestare vomito e diarrea, inoltre possono insorgere difficoltà respiratorie, battito cardiaco accelerato, salivazione e coliche. Se ingerito in quantità eccessiva (o se l’animale è particolarmente sensibile) può causare anche l’arresto cardiaco.

Agrifoglio

Sia le foglie (spinose e quindi meno soggette a rosicchiamento), sia le bacche (spesso particolarmente appetibili per i cuccioli perché lisce, polpose e con l’aspetto “da pallina”) sono fortemente tossiche, sia per gli animali che per l’uomo.

Addobbi Natalizi

Per un Natale a prova di cane, è bene collocare presepe e addobbi lontani dalla portata del cane, oppure controllare spesso il cane, soprattutto se cucciolo, in modo da impedirgli (distraendolo e proponendogli giochi alternativi, nuovi e quindi interessanti) di giocarci ed ingerire oggetti pericolosi. Controllare sempre e comunque che le decorazioni dell’albero non contengano ganci metallici né materiali rischiosi in caso di rottura, come ad esempio il vetro delle palline.

 

Altri articoli

Chi siamo per il nostro cane?

Premiare il cane non è solo

dare cibo!

Botti di Capodanno: consigli importanti!

Alimenti adatti

e nocivi